Archivi per marzo, 2010

Berlusconi e Alemanno a Corviale ‘I nostri sedici punti per Roma’

// marzo 26th, 2010 // No Comments » // articoli di giornale

Repubblica — 16 marzo 2008 pagina 2 sezione: ROMA

Hanno puntato su Corviale, ma il quartiere simbolo della periferia da rilanciare ha risposto freddamente: non c’ è stato l’ atteso bagno di folla ad accogliere i leader del Pdl nazionale e locale – Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, il candidato sindaco Gianni Alemanno e il candidato presidente della Provincia Alfredo Antoniozzi – che ieri mattina nella piazzetta sopraffatta dal colosso di cemento hanno firmato un “Patto per Roma” in sedici punti aprendo la campagna elettorale romana. «è un contratto che ci impegniamo a rispettare», assicura Berlusconi che, davanti alle telecamere, mette anche mano al portafogli e regala soldi a una signora bisognosa. «Non li perda», si raccomanda. Ed ecco i punti del Patto: l’ istituzione del distretto di Roma Capitale, la modifica dello statuto cittadino con l’ obbligo di risarcimento per disservizi e cartelle pazze; 25mila alloggi per famiglie con redditi medio-bassi; via all’ Ici prima casa e taglio allo 0,25% dell’ addizionale Irpef; 1,5 miliardi per la periferia, con anche demolizioni e ricostruzioni; il secondo anello del Gra, la chiusura dell’ anello ferroviario e nuove metro, nuovi parcheggi; l’ espulsione dei 20mila nomadi e immigrati che hanno violato la legge; la chiusura dei campi rom abusivi; la riforma dei vigili con nuovi reparti anti-commercio abusivo e mendicità minorile; bonus per i nuovi nati e libri di testo gratuiti per i poveri; nuovi asili per 10mila posti; un nuovo Policlinico Umberto I; un Piano rifiuti per chiudere la discarica di Malagrotta; un piano straordinario anti-povertà e per l’ assistenza agli anziani; un fondo per i giovani precari; la lotta all’ inquinamento. Un Patto firmato di fronte a un migliaio di persone – secondo la valutazione di Alemanno e della questura – ma sottoscritto davanti a una delle grandi ferite dell’ edilizia romana: «Siamo venuti qui già nel ’94 quando il quartiere voltò le spalle alla sinistra, e il nostro successo lo misureremo nelle periferie», dice Alemanno. Sul palco firmano anche Fernando Aiuti, capolista per Roma, Daniela Gallo, ausiliaria “esternalizzata” del S. Andrea; l’ ex ministro disabile Antonio Guidi, capolista della civica, e Germana Lizzani, «che da 33 anni vive senza contratto in una stanza qui a Corviale»; Roberta Moriccioli, figlia del ciclista ucciso; Natasha Bernacchini, precaria ministeriale e Suad Sbai, presidente delle marocchine in Italia. Intanto Perla Pavoncello – la precaria invitata da Berlusconi a sposare un milionario ed esponente della comunità ebraica poi candidata nel Pdl romano (47° in lista) – ieri ha cambiato idea «per motivi privati», chiedendo di essere cancellata. «Speriamo ci ripensi», dice Alemanno. E il portavoce della Comunità Riccardo Pacifici: «Sulle scelte di Perla Pavoncello non abbiamo avuto alcun ruolo». – PAOLO G. BRERA

Archivi per marzo, 2010

Berlusconi e Alemanno a Corviale ‘I nostri sedici punti per Roma’

// marzo 26th, 2010 // No Comments » // articoli di giornale

Parte 01 – dal minuto 03.40 al minuto 09.59

Parte 02 – dal minuto 00.00 al minuto 06.11

Archivi per marzo, 2010

Archivi per marzo, 2010

Berlusconi e Alemanno a Corviale ‘I nostri sedici punti per Roma’

// marzo 26th, 2010 // No Comments » // articoli di giornale

Pagina 49
(9 maggio 1997) – Corriere della Sera

– è un paradosso? Corviale, uno dei quartieri piu’ degradati della Capitale progettato dall’architetto Mario Fiorentino tra il ’72 e il ’74 e realizzato tra il ’73 e l’81, deve ringraziare Tangentopoli. Ma poiche’ a caval donato non si guarda in bocca, gli abitanti di Corviale apprezzeranno l’inatteso regalo. L’Acea, che vanta un solido attivo di bilancio, ha infatti deciso di investire un miliardo e 600 milioni di lire, incassati di recente a titolo di indennizzo per danni subiti durante gli anni delle mazzette. Gli interventi di riqualificazione urbana sono quattro. “L’Acea negli anni passati, dal 1988 al ’92 . ha spiegato il presidente Fulvio Vento . e’ stata coinvolta in Tangentopoli. I procedimenti giudiziari che ne sono seguiti hanno riguardato imprenditori, esponenti politici e amministratori pubblici ai quali sono stati contestati reati quali la corruzione, la turbativa d’asta, la ricettazione ed il favoreggiamento. L’ azienda si e’ subito costituita parte civile nei confronti di tutti gli imputati. Dei numerosi rinviati a giudizio, 26 hanno patteggiato la pena e hanno corrisposto all’Acea l’indennizzo necessario per poter fruire del beneficio. Con questi soldi l’azienda comunale ha quindi deciso di fare una nuova illuminazione nel quartiere popolare di Corviale, realizzare una fontana in piazza della Giustiniana, costruire un impianto sportivo a Colli Aniene e di restaurare la Fontana Di Carlotta in piazza Ricoldo di Montecroce alla Garbatella. L’illuminazione che sara’ installata a Corviale tendera’ a migliorare sia gli aspetti legati alla sicurezza, aumentando i punti luce sulle strade, sia a valorizzare con luci colorate proiettate sulle entrate degli edifici e sugli spazi verdi, l’intero complesso. “Con questa iniziativa . spiega l’assessore ai Lavori pubblici del Comune Esterino Montino . si chiude veramente un’epoca. Gli interventi decisi dall’Acea rappresentano una ventata di grande pulizia e la prova concreta che le amministrazioni oggi tornano ad occuparsi delle citta’”. Gli abitanti di Corviale sono 8.500, 1.600 in cooperative Gescal e 6.900 in abitazioni Iacp. Vi sono due scuole elementari e una media, un mercato, la Asl, teatro, cinema, una biblioteca. Oltre all’intervento dell’Acea, il Comune ha investito un altro miliardo per il recupero del verde. Undici miliardi sono arrivati dalla Regione per il completamento del centro servizi, per il rifacimento delle coperture e la coibentazione delle facciate. In piazza della Giustiniana, in XX circoscrizione, nel parcheggio antistante la stazione ferroviaria, sara’ realizzata una fontana artistica che oltre a rinnovare un’antica tradizione romana, con giochi d’acqua, luci e spazi sosta attrezzati, contribuira’ a trasformare una piazza oggi anonima in un’area confortevole per i cittadini. A Colli Aniene in prossimita’ degli impianti Acea, sorgera’ un impianto sportivo dedicato completamente al calcio. Per la Fontana Di Carlotta e’ prevista infine un’accurata opera di restauro.