Post taggati ‘acea’

Buontempo: qualità e pugno di ferro contro i furbi

// marzo 18th, 2011 // No Comments » // articoli di giornale

Si è insediato ieri il nuovo commissario dell’Ater Roma, Bruno Prestagiovanni

Alla conferenza stampa era presente l’assessore regionale alla Casa Teodoro Buontempo che ha annunciato che il mese prossimo verrà presentato il progetto di riqualificazione di Corviale. «Nel progetto – ha spiegato – saranno indicati tempi, costi e spese. Speriamo di poter concretizzare quel sogno, sempre tenendo davanti a noi in primis il rispetto di chi ci abita». Buontempo ha poi annunciato: «Prenderemo contatto con le grandi aziende come Acea o Enel. Credo che i tetti delle case dell’Ater siano una grandissima risorsa che vogliamo utilizzare per il fotovoltaico, avendo in cambio le ristrutturazioni». Sugli sfratti Buontempo ha detto: «Sono una vergogna se coinvolgono chi è sotto il reddito minimo di 18 mila euro l’anno. Chi sta sopra va sfrattato, i furbi devono andarsene». Buontempo ha ricordato che a Roma ci sono circa 50 mila appartamenti Ater, spesso senza manutenzione per problemi economici. «Quando vedo alcune case dell’Ater io mi vergogno. La priorità deve essere la qualità. Con 1.200-1.400 al metro quadro si possono costruire belle case con tutti gli strumenti per il risparmio energetico». «Voglio rilanciare l’attività dell’ente per la sua crescita futura. Le mie priorità sono la valorizzazione e la messa a reddito del patrimonio per partire poi con un piano vero di costruzione», ha detto Prestagiovanni che dovrà affrontare il problema del debito di 600 milioni nei confronti del Campidoglio. Prestagiovanni vuole rilanciare i servizi per i cittadini a partire dalla manuntenzione.

Il Tempo, 15/03/2011

Post taggati ‘acea’

Buontempo: qualità e pugno di ferro contro i furbi

// marzo 18th, 2011 // No Comments » // articoli di giornale

Repubblica — 23 novembre 2000 pagina 7 sezione: ROMA

Non è di competenza dell’Acea l’illuminazione dei caseggiati e delle strade del quartiere Corviale, per ottenere la quale gli abitanti ieri avevano protestato dopo settimane di black out. Lo comunica l’Azienda comunale di energia e acqua precisando che gli impianti di illuminazione sono di proprietà privata dell’Istituto autonomo case popolari, altro interlocutore contro il quale era rivolta la protesta per il mancato avvio dei riscaldamenti. L’Acea si dichiara pronta a siglare con l’Iacp una convenzione per la manutenzione degli impianti di illuminazione del complesso Corviale e avviare subito l’assistenza. L’azienda sottolinea, inoltre, l’attenzione che l’amministrazione comunale rivolge alle periferie della città e ricorda di aver concluso il piano di illuminazione di 235 strade per un totale di oltre 3800 nuovi punti luce mentre sta realizzando il ‘Piano 380 strade’ destinato ad aumentare la sicurezza dei quartieri più distanti dal centro storico.

Post taggati ‘acea’

Buontempo: qualità e pugno di ferro contro i furbi

// marzo 18th, 2011 // No Comments » // articoli di giornale

Pagina 49
(9 maggio 1997) – Corriere della Sera

– è un paradosso? Corviale, uno dei quartieri piu’ degradati della Capitale progettato dall’architetto Mario Fiorentino tra il ’72 e il ’74 e realizzato tra il ’73 e l’81, deve ringraziare Tangentopoli. Ma poiche’ a caval donato non si guarda in bocca, gli abitanti di Corviale apprezzeranno l’inatteso regalo. L’Acea, che vanta un solido attivo di bilancio, ha infatti deciso di investire un miliardo e 600 milioni di lire, incassati di recente a titolo di indennizzo per danni subiti durante gli anni delle mazzette. Gli interventi di riqualificazione urbana sono quattro. “L’Acea negli anni passati, dal 1988 al ’92 . ha spiegato il presidente Fulvio Vento . e’ stata coinvolta in Tangentopoli. I procedimenti giudiziari che ne sono seguiti hanno riguardato imprenditori, esponenti politici e amministratori pubblici ai quali sono stati contestati reati quali la corruzione, la turbativa d’asta, la ricettazione ed il favoreggiamento. L’ azienda si e’ subito costituita parte civile nei confronti di tutti gli imputati. Dei numerosi rinviati a giudizio, 26 hanno patteggiato la pena e hanno corrisposto all’Acea l’indennizzo necessario per poter fruire del beneficio. Con questi soldi l’azienda comunale ha quindi deciso di fare una nuova illuminazione nel quartiere popolare di Corviale, realizzare una fontana in piazza della Giustiniana, costruire un impianto sportivo a Colli Aniene e di restaurare la Fontana Di Carlotta in piazza Ricoldo di Montecroce alla Garbatella. L’illuminazione che sara’ installata a Corviale tendera’ a migliorare sia gli aspetti legati alla sicurezza, aumentando i punti luce sulle strade, sia a valorizzare con luci colorate proiettate sulle entrate degli edifici e sugli spazi verdi, l’intero complesso. “Con questa iniziativa . spiega l’assessore ai Lavori pubblici del Comune Esterino Montino . si chiude veramente un’epoca. Gli interventi decisi dall’Acea rappresentano una ventata di grande pulizia e la prova concreta che le amministrazioni oggi tornano ad occuparsi delle citta’”. Gli abitanti di Corviale sono 8.500, 1.600 in cooperative Gescal e 6.900 in abitazioni Iacp. Vi sono due scuole elementari e una media, un mercato, la Asl, teatro, cinema, una biblioteca. Oltre all’intervento dell’Acea, il Comune ha investito un altro miliardo per il recupero del verde. Undici miliardi sono arrivati dalla Regione per il completamento del centro servizi, per il rifacimento delle coperture e la coibentazione delle facciate. In piazza della Giustiniana, in XX circoscrizione, nel parcheggio antistante la stazione ferroviaria, sara’ realizzata una fontana artistica che oltre a rinnovare un’antica tradizione romana, con giochi d’acqua, luci e spazi sosta attrezzati, contribuira’ a trasformare una piazza oggi anonima in un’area confortevole per i cittadini. A Colli Aniene in prossimita’ degli impianti Acea, sorgera’ un impianto sportivo dedicato completamente al calcio. Per la Fontana Di Carlotta e’ prevista infine un’accurata opera di restauro.

Post taggati ‘acea’

Buontempo: qualità e pugno di ferro contro i furbi

// marzo 18th, 2011 // No Comments » // articoli di giornale

Repubblica — 22 novembre 2000 pagina 7 sezione: ROMA

Assemblea spontanea infuocata nel pomeriggio ieri che ha visto la partecipazione di un centinaio di abitanti del quartiere Corviale. I cittadini hanno minacciato di manifestare bloccando la via Portuense contro lo Iacp che non ha ancora avviato il funzionamento del riscaldamento e l’Acea, che non ha provveduto a illuminare i caseggiati. Lo ha reso noto il deputato dei Verdi, Paolo Cento che ha partecipato all’assemblea e che ha inviato una lettera ai presidenti dell’Istituto autonomo case popolari e dell’azienda comunale di elettricità e acqua per sollecitare le richieste dei cittadini di Corviale. All’assemblea hanno partecipato anche tecnici dello Iacp. Le richieste per mettere in funzione il riscaldamento nelle abitazioni erano state rivolte allo Iacp all’inizio del mese mentre, ha spiegato Cento, quelle per l’illuminazione risalgono a tre settimane fa.